In 38 mila festeggiano la decima edizione di Creattiva

La fiera della Arti manuali ideata e organizzata da Promoberg continua a stupire. La quinta edizione primaverile, decima in totale, ottiene l’ennesimo record di espositori e di pubblico.  Tre giorni all’insegna della fantasia, delle novità, del coinvolgimento del pubblico, che grazie anche a 1.400 laboratori, sono sempre più al centro della manifestazione. Tra le tradizionali conferme, svetta quest’anno la nuova tendenza della cooking Art, la fantasia creativa applicata in cucina. Creativa nel 2013 si fa in quattro e diventa sempre più nazionale, con due edizioni anche a Napoli: la prima tra pochi giorni, dal 22 al 24 febbraio.

Ennesimo successo per Creattiva. La decima edizione della manifestazione di Promoberg dedicata al variegato pianeta delle arti manuali ha confermato il suo trend positivo in atto sin dalla prima edizione, allestita al polo fieristico di Bergamo nell’autunno del 2008.

Ad affiancare l’ennesimo incremento del numero di espositori (215 imprese, +25% rispetto a un anno fa), a conclusione della tre giorni all’insegna della fantasia “fai da te” è arrivato anche il nuovo record di pubblico per l’edizione che anticipa la primavera: 38mila  creativi, +8% rispetto ad un anno fa.

Il forte afflusso in fiera era cominciato come sempre già ancora prima dell’apertura della manifestazione, venerdì mattina. Poi durante il fine settimana, la tradizionale appassionata invasione da parte del popolo di Creattiva si è ulteriormente intensificata, riempiendo costantemente i due padiglioni principali e la Galleria centrale del polo espositivo (15mila metri quadrati). Grande successo per i 1.400 appuntamenti promossi dagli organizzatori: i corsi e i laboratori sono stati presi letteralmente d’assalto dal pubblico. Apprezzate anche le numerose navette gratuite messe a disposizione dell’organizzazione, che hanno collegato la Fiera con la stazione FS di Bergamo.

“I dati della manifestazione confermano, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la bontà del format e del nostro impegno – sottolinea Stefano Cristini, direttore di Promoberg -. In soli quattro anni Creattiva si è meritata a pieno titolo la qualifica di fiera nazionale, ed è stata capace di varcare anche i confini nazionali. Quest’anno Creattiva si farà in quattro nel vero senso della parola, dato che ai due storici appuntamenti alla Fiera di Bergamo, se ne sommeranno altrettanti a Napoli, presso la Mostra d’Oltremare. Siamo naturalmente soddisfatti di esportare anche lontano da Bergamo le nostre eccellenze e la nostra storia. Un successo decretato sia dalle imprese sia dal pubblico, a testimonianza che il nostro evento è solidamente riconosciuto quale punto di riferimento del settore. Ringrazio i nostri sponsor (Ubi Banca Popolare di Bergamo, e Credito Bergamasco Gruppo Banco Popolare); e i nostri partner (Camera di Commercio e Ascom Bergamo) per i loro contributi: i risultati importanti sono sempre frutto di una solida sinergia”.

La decima edizione ha visto rappresentate ben 12 regioni italiane, e 6 nazioni straniere. La regione con il maggior numero di espositori è stata la Lombardia (105 aziende), con Bergamo a fare da capofila (36 espositori), seguita da Milano (28), Monza Brianza e Lecco (10 imprese cadauna). Dall’estero sono arrivate invece 15 imprese, soprattutto dalla Francia (6), e dalla Germania (4).

Grande successo per tutti i settori merceologici rappresentati, in particolare per quanto concerne i filati, tessuti, ricamo, patchwork, dècoupage, e la new entry riguardante l’arte decorativa applicata in cucina, soprattutto ai dolci, torte in testa. In questo caso, i corsi non hanno avuto un attimo di tregua, a conferma di come questa specifica tipologia di arte manuale sia la moda del momento.

Ma Creattiva va ben oltre le mode. Con Bergamo Creattiva le arti manuali sono sempre più… belle, fantasiose, utili, originali, variegate, innovative, ecosostenibili, economicamente importanti e socialmente aggreganti. Creattiva è un evento che rappresenta una precisa filosofia di vita; un incontro che unisce e somma almeno tre generazioni diverse; è una riscoperta della manualità e della creatività all’insegna della semplicità, del recupero di antiche tradizioni, dello sguardo proiettato verso il futuro e le sue innovazioni; è un luogo dove divertirsi, ma anche dove fare formazione e nel quale scaturiscono nuove opportunità e percorsi ideali in ambito sociale e delle disabilità. In aumento, in questo senso, le presenze tra il pubblico di insegnanti, associazioni e cooperative sociali.

Creattiva chiude quindi positivamente la sua prima edizione del 2013, ma non si può concedere un attimo di respiro. Già domani mattina infatti alcuni Tir, dopo essere stati riempiti dei prodotti di molte imprese, partiranno da Bergamo in direzione di Napoli, per l’edizione all’ombra del Vesuvio dal 22 al 24 febbraio.

Alla Fiera di Bergamo invece si lavorerà alacremente per accogliere, dal 21 al 25 marzo, la gioiosa energia dei tanti fan di Lilliput, il villaggio creativo dedicato ai bambini. Anche il salone educativo dedicato all’infanzia taglia quest’anno il traguardo delle sue prime dieci edizioni. Confermato il tradizionale format che tanto piace ai bambini e alle famiglie. Le prime due giornate riservate alle classi scolastiche, le restanti due aperte a tutti.

Info www.promoberg.it

Bergamo, 17 febbraio 2013