Alla Fiera di Bergamo è calato il sipario su Bergamo Arte Fiera Oltre 10mila collezionisti e appassionati per l’accoppiata con Italian Fine Art, che prosegue fino a domenica 21 gennaio

Bergamo, 14 gennaio 2024 – Al termine di tre giornate con protagoniste migliaia di opere che abbracciano quindici secoli di arte, storia e cultura, e di numerosi eventi collaterali, domenica 14 gennaio alla Fiera di Bergamo è calato il sipario su Bergamo Arte Fiera, mostra mercato di Promoberg dedicata all’arte moderna e contemporanea. La 19esima edizione di BAF è stata affiancata dalla settima edizione di Italian Fine Art, mostra mercato dedicata all’alto antiquariato e all’arte antica (nata nel solco della storica BergamoAntiquaria), che sarà di scena ancora per un’altra settimana, fino a domenica 21 gennaio. Complessivamente si sono registrati oltre diecimila ingressi, tra collezionisti storici e appassionati d’arte (anche dell’ultima ora) giunti a Bergamo da tutto il Nord Italia.

“Siamo molto soddisfatti per il buon andamento in contemporanea delle nostre due mostre mercato – commenta il presidente di Promoberg, Luciano Patelli –. È sempre bello iniziare il nostro nuovo anno fieristico nel segno dell’arte a tutto tondo, per consolidare Bergamo tra gli appuntamenti di riferimento nel panorama nazionale dell’arte”.

“L’afflusso a Baf è stato molto buono – spiega Gianni Zucca, curatore dell’area espositiva della mostra mercato dedicata all’arte moderna e contemporanea –, ed è stato gratificante raccogliere commenti molto positivi sulla qualità della mostra da parte di collezionisti e appassionati molto competenti. La soddisfazione raccolta tra le Gallerie e i visitatori ci sprona a innalzare ulteriormente la qualità e la varietà della manifestazione”.  

“L’andamento del primo week end di Ifa è andato oltre le attese – sottolinea Armando Fusi, curatore della mostra mercato dedicata all’alto antiquariato e arte antica -, merito anche dell’abbinamento con Baf, che ha creato un virtuoso confronto tra le diverse anime dell’arte. Viste le premesse, ci aspettiamo che la buona risposta del pubblico prosegua anche per la prossima settimana, grazie ad un percorso molto variegato e di altissimo livello”.  

Al pari delle mostre, grande partecipazione anche per il ricco calendario degli eventi collaterali curati da Sergio Radici, una vita spesa per la promozione dell’arte a 360 gradi. Oltre alle mostre e alle installazioni in fiera fino a domenica 21 gennaio, tanta affluenza e alto gradimento per i talk all’interno di Ifa. “Con Ifa e Baf – spiega Sergio Radici, curatore di tutti gli eventi collaterali – abbiamo sempre cercato di caratterizzarci realizzando iniziative collaterali legate alla storia dell’Arte, consentendo così al pubblico di conoscere e approfondire tematiche anche meno note ma di grande rilevanza e interesse culturale. All’interno di Baf abbiamo incontrato le principali Associazioni Culturali di Bergamo, per sviluppare un progetto comune per la promozione anche dei teritori, abbiamo parlato di Intelligenza artificiale nel mondo dell’Arte (con Claudio Francesconi), dei volumi ‘Volti d’Artista’ (progetto a cura di Alberto Nacci, con Fabio Sannino, Romina Russo, Giorgio Berta, Rolando Bellini, Sandra Nava) e ‘Acque fragili. Infrangibili equazioni’ (con Fortunato D’Amico, Antonella Giovenzana, Paola Suardi e Pina Inferrera). Ora all’interno di Ifa, da mercoledì a sabato, proseguiamo con altri incontri tutti da scoprire e seguire”.   

Di seguito gli eventi collaterali in programma fino a domenica 21 gennaioMostre e Installazioni:

  • Ingresso esterno Fiera – Ulisse Finazzi“Mondo” (1975/76), Installazione Artistica
  • Galleria centrale ottagono interno Fiera – “L’arte e la storia del ferro attraverso i secoli”. Pierpaolo Boccardi: “gli alberi guerrieri” installazione artistica
  • Galleria centrale interno Fiera parete sx (prossimità Ristorante) – Una collezione di foto d’ArtistaBerengo Gardin, La Chapelle, Fontana.
  • Galleria centrale parete sx – Achille Funi “La battaglia di Legnano” bozzetto preparatorio
  • Foyer centrale Fiera – Max Marra: “Omaggio a Pier Paolo Pasolini” Installazione Artistica Padiglione A (pareti interne) – “Il legno che canta”: Mostra d’Arte e Liuteria storica. Un’occasione per riflettere sulla pittura italiana dell’800
  • Foyer pareti sx e dx interno Fiera – Luigi Erba (Fotografo): “Oltre lo sguardo”
  • Foyer padiglione B – Elvino Motti scultura “Red Age” (the rebirth ….)
  • Area Talk (Galleria Centrale) – Incontri condotti da Sergio Radici

Mercoledì 17 gennaio 2024 

  • ore 15,15: Dignità umana, Trascendenza Divina, lungo la secolare storia della pittura italiana. Interviene Emanuele Motta
Giovedì 18 gennaio 2024 
  • ore 15,00: Il sistema museale dal passato al futuro sul web. Intervengono: Sergio Curtacci, docente Università di Bergamo, realizzatore del progetto on line Google Arts & Culture; Carlo Micheli, direttore dell’Ufficio Mostre di MantovaGiovanni Carlo Federico Villa, direttore di Palazzo Madama di Torino e presidente dell’Ateneo di Scienze e Arti di BergamoFederica Nurchis, dell’Ateneo di Bergamo
Venerdì 19 gennaio 2024 
  • ore 15,00: Lorenzo Lotto, un Grande nell’Europa del ‘500. Interviene Fernando Noris, storico e critico d’Arte antica
Sabato 20 gennaio 2024 
  • ore 15,00 – Presentazione dei volumi Tredici gocce di cera rossa e Il tredicesimo simbolo. Interviene Arnaldo Pavesi
Orari: sabato e domenica, dalle ore 10 alle ore 19; feriali. dalle ore 15 alle ore 19.
Ticket (alle casse): Intero 10 euro, ridotto 8 euro; Ticket online: 9 euro.
Parking 5 euro
Infowww.italianfineart.eu/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close
type characters to search...
close